La rivincita di Anita

La rivincita di AnitaAnita imbroglia.
Non dovrebbe ascoltare le domande che faccio prima alla sorella, ma purtroppo, scherzi a parte, lo spazio è quel che è. Sente tutto. Pensa. E naufraga nei pensieri.

Ancora prima che le ponga una domanda, mi dice già che non sa che cosa rispondere, che… «Il colore?? Il nero è un colore?», perché così si sente in questo periodo: nera. O meglio, è il periodo a essere nero.
Per fortuna, pian piano si lascia trasportare anche dalle onde di Sognografie…
Accetta di cancellare tutto quanto abbia pensato negli ultimi minuti o secondi e si mette in ascolto delle mie domande, come fosse la prima volta.
Ed ecco che viene fuori la vera Anita…

Un colore?
Stavolta non ha esitazioni: arancione! O giallo, rosso… colori caldi, colori vivi!
Benvenuta, Anita, che spicchi con forza da un mare nero, per ricordarti quale colore indosseresti realmente, se potessi essere sempre tu a scegliere.
Avresti bisogno di tirar fuori tutto… e iniziamo con una cosa bella: il ricordo di un sogno che si è avverato
Ti riscopri viaggiatrice!
Avevi il sogno di viaggiare e hai viaggiato. Stati Uniti, Gran Bretagna, Spagna, Francia… che meravigliosi ricordi.
Uno su tutti? Il coast to coast americano, da Los Angeles a New York. Ti ricordi ancora tutte le tappe: Grand Canyon, Texas, New Orleans… Vorresti ricominciare. E perché non lo fai, stavolta con tuo marito, magari, invece che con la tua amica? Certo, questa volta niente tenda o campeggio. Ma ci sono così tanti modi per viaggiare…
E, infatti, il tuo sogno avverato diventa improvvisamente il tuo sogno per l’oggi e il domani: viaggiare.
Ti mancano ancora da vedere il Sud America, l’India…
Perché alla fine quello che vuoi è rapportarti con nuove persone, conoscere nuove culture, trasmettere quello che sai, conoscere.
Ironia della sorte: lavori in una ditta che fa spedizioni!
E allora, che cosa aspetti?
Metti te stessa e tuo marito in un bel pacco… e andate! I viaggi aiutano sempre a cancellare (o almeno archiviare) il ‘nero’ dalla propria vita.
La pensione è ancora lontana per aspettarla.
Ripeto a te la stessa cosa che ho detto ad Alessia: parti! Non te ne pentirai.

Lettori e lettrici, avete mete da suggerire ad Anita?
O avete qualcos’altro da dirle o condividere con lei?
E tu, Anita, c’è qualcosa che desideri modificare o aggiungere?

Scrivetemelo!
O lasciate qui di seguito il vostro commento…

4 pensieri su “La rivincita di Anita

  1. Anche a me piace molto viaggiare e vedere cose nuove, ma purtroppo non e’ sempre possibile, cosi’ ho inventato un surrogato : faccio il turista nella citta’ dove abito e nei dintorni.
    Ci sono sempre un’infinita’ di cose mai viste.

      1. viaggiare è sicuramente uno dei miei sogni…..per fortuna ogni tanto si avvera. Una settimana di qua, una settimana di là, e piano piano colleziono luoghi ed esperienze, pensieri e memorie, immagini e persone conosciute in giro….che poi ogni tanto, durante le settimane lavorative, riaffiorano e ti migliorano una giornata.
        Consiglio ad Anita di vedere il Mozambico…..inesplorato, accogliente, caldo, colorato e per niente pericoloso (con qualche accortezza organizzativa)

  2. Dev’essere un viaggio stupendo… Io le avevo suggerito lo Sri Lanka! Un po’ più facile dell’India che amerebbe visitare, ma altrettanto affascinante, colorato, diverso. Chissà se partirà davvero… e per dove 😉

Rispondi