Che musica suona il destino? La storia di Eleonora Giulia

Che musica suona il destino?La storia di Eleonora Giulia, fatta di musica, letteratura e di un destino che ha una sola padrona: se stessa.

Mi viene presentata semplicemente come ‘Ele’, ma scopro che Ele, ragazza di 28 anni con una grande passione per la musica e una forte grinta, nascosta dalla sua posatezza, ha in realtà due bellissimi nomi: Eleonora Giulia.

Eleonora Giulia ha tinto la sua vita con due colori: uno è il rosso, l’altro… la musica classica. Entrambi, e lei con loro, sono caldi, vivi, avvolgenti. Stimolano una passione travolgente, vissuta allo stesso tempo con grande lucidità.

Con gioia mi dice che non ha un sogno divenuto realtà, perché non ha avuto finora sogni concreti. Ha piuttosto tanti sogni continui, che non l’hanno mai respinta e che la pongono quotidianamente di fronte a nuove scelte, prese sempre a testa alta. Finora non si è mai pentita, anzi: nuove scelte portano nuovi sogni, nuovi traguardi.

Un progetto, però, può dire di averlo realizzato: laurearsi in lettere moderne. Da piccola aveva una fortissima passione per i libri e il mondo della letteratura in generale, alla quale ben presto ha affiancato quella per la musica, sua compagna di viaggio fin da quando aveva due anni e i suoi genitori le facevano ascoltare concerti interi. Per sé sceglie uno strumento in particolare, il violino, che inizia a suonare a sette anni e che non abbandona mai. Violino e musica hanno sempre fatto parte di lei, eppure ha sempre saputo che non sarebbero diventate la sua professione.

Sogno infranto? No: ancora una volta, una sua scelta.

Piuttosto, avrebbe desiderato lavorare in una casa editrice, leggere manoscritti per poi decidere quali far diventare veri e propri libri, ma ha infine deciso di indirizzare la propria vita lavorativa verso altre strade: si è iscritta a un master, è passata per La Scala di Milano ed è approdata infine in un canale televisivo che tratta proprio di musica e teatro.

Insomma, il suo soddisfacente presente è stato costruito sulla base di personalissime scelte e il suo sogno da avverare è di continuare così: proseguire nell’ambiente teatrale e musicale, realizzarsi, continuare a poter scegliere da sé il suo destino. Per il momento, il suo sogno è tutto per lei.

Questa intervista è stata fatta molto tempo fa, ma per varie ragioni è stata pubblicata oggi.
È doveroso dunque chiederti, Eleonora Giulia, se qualcosa è cambiato in questo periodo!
Il tuo sogno sta continuando, hai nuovi sogni? In qualsiasi caso, in bocca al lupo!

Se desiderate scrivere qualcosa sul sogno di Eleonora Giulia,
lasciate qui sotto il commento o scrivetemi privatamente.

 

 

Ph. CM

2 pensieri su “Che musica suona il destino? La storia di Eleonora Giulia

  1. Ciao, Chiara. Bentornata.
    Confesso che ciò che prima di tutto mi prende dei tuoi articoli è la capacità che hai di entrare empaticamente nelle persone che intervisti.
    I loro sogni sembrano passare prima di tutto sulla tua pelle.
    Mi piace.
    E, quando potrai, passaci altre delle tue recensioni. A presto spero

    1. Ciao Loredana,
      grazie per le tue parole.
      Come richiesto, ecco pubblicata la nuova recensione 😉
      Spero ti piacerà il libro che ho consigliato. Se lo leggi, sono curiosa di sapere poi che cosa ne pensi.
      A presto!
      Chiara

Rispondi