Love with a chance of drowning

014.Love with a chance of drowning_1

Questo di cui sto per parlarvi è uno dei libri più freschi e gioiosi che abbia mai letto. Unica pecca, non è ancora stato pubblicato in Italia, che io sappia, quindi lo potete trovare solamente nelle sue edizioni North American e UK/Australian. Insomma, in inglese.

L’autrice, Torre DeRoche, è un’eclettica designer, scrittrice, pittrice, blogger trentenne, nata a Melbourne e attaccatissima alla sua terra, ma allo stesso tempo grande amante dei viaggi.

Per un periodo della sua vita ha vissuto a San Francisco, dove le è capitato fra le mani Ivan, un bellissimo ragazzo argentino, con il quale ha deciso di avventurarsi in un sogno alquanto inaspettato. Quale? Ce lo racconta nel suo libro: Love with a chance of drowning.

Tutto comincia una mattina, quando si sveglia con un gran mal di testa in un letto che non aveva mai visto prima. Capisce di essere nella casa del ragazzo conosciuto la sera precedente, ragazzo molto carino, ma… di cui non ricorda nemmeno il nome.

Col tempo però comincia a impararlo quel nome e comincia a conoscere quel ragazzo che, oltre a essere carino, si rivela anche molto ironico, simpatico, persino gentile e romantico, e soprattutto un gran sognatore. Ma Ivan non è uno di quei sognatori che attendono dall’alto il momento di agire. Ivan costruisce, cura e…restaura il suo sogno da anni, sapendo che necessita di grande preparazione.

Il sogno in questione si chiama Amazing Grace ed è una piccola barca a vela con la quale Ivan desidera e progetta di girare il mondo. Dopo anni di studi, carte, vernici, sudore, acquisti tecnologici, finalmente ora è quasi pronto per salpare, ma l’incontro con Torre destabilizza i suoi piani.

C’è qualcosa fra i due che fa capire immediatamente a entrambi che la loro non è una di quelle semplici storie che si esauriranno in una sola notte e la cosa più ovvia per il bell’argentino è chiedere a Torre di partire con lui. Sarebbe tutto perfetto, emozionante, follemente eccitante, se non si conoscessero da così poco tempo e soprattutto se Torre… non soffrisse terribilmente di mal di mare!

Eppure la tentazione di partire è troppo grande per rinunciare. Per quanto ci sia una buona possibilità di annegare, come dice il titolo, Torre sceglie l’amore.

Il percorso viene decisamente accorciato e quello che doveva essere un viaggio attorno al mondo diventa un lungo e alternativo modo per riaccompagnare l’amata a casa.

Inizia così un bellissimo viaggio che ci condurrà per l’Oceano Pacifico, partendo da Cabo San Lucas, affrontando le nausee provocate dalle forti onde del mare aperto e approdando sulle splendide isole del Sud Pacifico, fino ad arrivare a Melbourne. Marquesas, Tuamotus, Society Island, Cook Island, Tonga, Vanuatu, tutti luoghi paradisiaci dove i due viaggiatori ci faranno conoscere la bellezza di panorami mozzafiato, ci faranno assaporare nuove culture, la gioia della libertà, la magia della complicità, il coraggio di osare, il tutto intervallato da simpatici inconvenienti.

Vi consiglio di cuore di immergervi in queste fresche acque e magari, nel frattempo, di visitare il blog  dell’autrice, dove potete conoscerla meglio e trovare anche il link per comprare il suo libro: www.fearfuladventurer.com.

Buona lettura e buon Ferragosto!

Ph. C.M.

Un pensiero su “Love with a chance of drowning

Rispondi